scritto da Veronica Micozzi in News il 24 Feb 2017

Circuito E-Enduro: sarà Specialized lo sponsor principale

Circuito E-Enduro: sarà Specialized lo sponsor principale
        
Stampa Pagina

MILANO – Sarà Specialized il title sponsor dei due nuovi circuiti E-Enduro e Gravel Road Series, organizzati da Race Events.
L’ufficializzazione è stata data stamattina nella sede italiana di Specialized a Milano.

E-Enduro

Il circuito e-Enduro Specialized – questo sarà il nome del primo challenge al mondo dedicato alle gare con bici esclusivamente a pedalata assistita – ha come obiettivo primario dimostrare che non c’è limite all’utilizzo e al divertimento con una e-bike.

E-Enduro

«Specialized, grazie alla sua Turbo Levo, crede fortemente nella categoria e-Mtb ed il circuito e-Enduro ha quell’energia e quell’innovazione che sono propri del nostro brand – commenta orgoglioso Ermanno Leonardi, Managing Director di Specialized Italia, che ha introdotto la conferenza stampa – Oggi stiamo presentando un circuito che segnerà senza dubbio una svolta: il futuro avrà un motore elettrico?»

E-Enduro

Ermanno Leonardi di Specialized Italia in primo piano. Dietro di lui gli altri ideatori del progetto E-Enduro: Cristian Trippa, Franco Monchiero e Davide Bonandrini.

Gli fa eco un soddisfattissimo Franco Monchiero di Race-Events: «Non potevamo sperare in un partner migliore di Specialized, grazie al quale siamo sicuri di poter svolgere un ottimo lavoro e dare ancora maggior risalto mediatico al circuito.»

E-Enduro

Franco Monchiero e Cristian Trippa di Race Events

Il 2017 è quindi l’anno che vede la nascita del nuovo circuito e anche l’assegnazione per la prima volta della maglia tricolore di specialità E-enduro.
Grazie all’opera di informazione e promozione condotta da Franco Monchiero presso la Federazione Ciclistica Italiana, il regolamento del circuito e-Enduro è diventato anche il regolamento riconosciuto dalla Fci per quanto riguarda le competizioni con Mtb a pedalata assistita.

E-Enduro

Una scelta strategica del circuito E-enduro è innanzi tutto quella delle località sede delle 4 tappe (qui i dettagli); un’altra particolarità è che il format delle gare è stato studiato specificamente per biciclette a pedalata assistita.
Ad esempio, non potranno essere utilizzati veicoli motorizzati per le risalite (al di fuori delle e-bike, ovviamente) e le Speciali avranno sia tratti in discesa che in salita.
Le batterie saranno punzonate e quindi non potranno essere sostituite ma in alcune tappe sarà possibile usufruire di una stazione di ricarica a metà percorso, con l’unica accortezza che ciascun rider abbia con sé il proprio caricabatterie.
Un’altra differenza con una gara di enduro classica è che le Speciali saranno sicuramente più lunghe con una maggiore dose di divertimento per i partecipanti.
Monchiero ha specificato che nella tappa inaugurale di Sestri Levante la prima Speciale avrà una durata non inferiore a 20 minuti…

La nuova formula delle gare nasce per soddisfare un fenomeno in costante crescita, con un numero crescente di e-biker sempre più desiderosi di mettersi alla prova con le e-Mtb che richiedono, comunque, notevoli capacità di guida e di gestione della potenza.

E-Enduro

Cristian Trippa e Davide Bonandrini sono convinti che lo sviluppo delle e-bike porterà ad un ampliamento del mercato e della comunità dei biker.

Per avvicinare alle gare le persone che non hanno grande esperienza di racing, è stata inoltre avviata una collaborazione con la Gravity School che il sabato precedente a ciascuna gara metterà a disposizione i propri istruttori e le proprie guide per provare il percorso insieme agli e-biker meno avvezzi.

Noi di EbikeCult vi abbiamo già anticipato in esclusiva le tappe del nuovo circuito, vi ricordiamo ora il calendario dell’E-Enduro Specialized:
– 1-2 aprile a Sestri Levante (GE)
– 3-4 giugno a Massa Marittima (GR)
– 1-2 luglio a Levico (TN)
– 14-15 ottobre, a Varazze (SV).

Franco Monchiero ci tiene a sottolineare: «Le 4 tappe sono tutte in località bellissime, molto diverse tra loro. E tutte hanno degli organizzatori di grande esperienza e comprovata bravura, proprio perché ci teniamo ad offrire percorsi e servizi di qualità.»

Un’altra curiosità interessante riguarda i partecipanti possessori di una Specialized Turbo Levo: essendo il brand californiano lo sponsor del circuito, a ognuna delle 4 tappe verrà fornita un’indicazione su come impostare i parametri dell’assistenza tramite l’app Mission Control.

e-enduro

Da sinistra, Cristian Trippa, Franco Monchiero e, di Specialized Italia, Marco Andrea Cislaghi ed Ermanno Leonardi.

Infine un dettaglio sul sistema di cronometraggio: MySdam si occuperà del timing e con i circuiti e-Enduro e Gravel Road Series porterà al debutto in ambito ciclistico la piattaforma Endu che, oltre a fornire informazioni basilari come i risultati, i tempi e le statistiche classiche, aggiungerà un ambiente social alle proprie prestazioni, nella scelta delle gare e degli eventi e permetterà anche il monitoraggio real time dell’atleta in gara.
E molto altro ancora.


Endu è già operativa e, anche se ancora in fase beta, è già possibile vedere di cosa si tratta andando sul sito Endu.net

Qui invece le novità riguardanti il circuito Gravel Road Series, organizzato sempre da Race Events.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web http://e-enduro.it, oppure la pagina Facebook di E-Enduro.

        
Torna in alto