scritto da Simone Lanciotti in Componenti,Domande il 30 Set 2016

Lo sviluppo metrico con motore Bosch: entriamo nel dettaglio

Lo sviluppo metrico con motore Bosch: entriamo nel dettaglio
        
Stampa Pagina

Sandro Rizzetto
via commento su Facebook

Simone, nell’altro articolo dicevi di avere davanti una corona da 15 denti: hai mai sentito la necessità di averne una da 14?
Te lo chiedo perché il mio prossimo acquisto (una Plus presa anche grazie a un tuo consiglio) arriverà con Sram EX1 e un 16 che cambierò da subito, ma sono indeciso tra 15 e 14… Se è vero che più agile è il rapporto, meno consuma, il 14 sarebbe più indicato.
La coperta corta in basso non mi preoccupa, oggi giro con 28-11 e non mi dà fastidio quelle poche volte che faccio ciclabili o pianura “frullare” un pochino… E quindi un 35-11 (14×2,5) mi basta e avanza, considerato anche lo stacco a 25 km/h…

Risponde Simone Lanciotti
Tutto sommato una corona da 15 denti mi è sembrata più che sufficiente, almeno per le pendenze non estreme (cioè fino al 30%) che di solito affronto.
Il minor consumo di batteria è relativo, perché dipende da altri fattori, come il numero di ripartenze che fai durante l’uscita, con quale rapporto le fai, quanto pesi e via dicendo.
Sono d’accordo con te sull’avere “una coperta corta in basso”, dato che a 25 km orari si disattiva l’assistenza. E un 14×11 o un 15×11 li spingi solo in discesa su asfalto o comunque con velocità superiori ai 30 all’ora…

sviluppo metrico con motore Bosch

La tua domanda mette in luce un dettaglio di cui forse pochi sono a conoscenza, ovvero il fattore di moltiplicazione interna ai motori Bosch.
Perché un rapporto come il 14×11 che troviamo su una e-bike ha uno sviluppo metrico uguale a un 35×11 di una Mtb tradizionale?
Per via degli ingranaggi interni al motore Bosch che apportano un fattore di moltiplicazione di 2,5, per cui una corona da 14 denti su un motore Bosch è equivalente a una da 35.
Infatti: 14×2,5=35
Quindi, occorre tenere presente questo dettaglio.

sviluppo metrico con motore Bosch

Altra novità per quanto riguarda i rapporti con i motori Bosch: con l’aggiornamento software 2017 non sarà più necessario riprogrammare il software di gestione del motore.
Fino a poco fa, infatti, cambiare i denti della corona anteriore significava agire a livello software per comunicare alla centralina questa modifica.
Con l’aggiornamento 2017, effettuabile da un rivenditore Bosch (cioè un negozio di bici che venda e-bike con motore Bosch), si bypassa questa procedura ed è possibile modificare a proprio piacimento i rapporti.

        
Torna in alto