scritto da eBikeCult in Biciclette,Test il 05 Apr 2017

VIDEO – Primo contatto con la Thok Mig: intuitiva e veloce

VIDEO – Primo contatto con la Thok Mig: intuitiva e veloce
        
Stampa Pagina

La Thok Mig è una delle e-bike che più di tutte, dal momento del suo lancio datato 21 novembre 2016, ha fatto parlare di sé sui social network.
Sulla carta questa bici di sostanza ne ha molta e la curiosità di verificarlo sui sentieri è stata da subito davvero tanta.
Il progetto è di Stefano Migliorini, un ex discesista di fama mondiale, che nelle e-bike ha creduto sin da subito e il marchio Thok, infatti, si fonda sulla sua esperienza di pilota e biker di alto livello.

Proprio oggi, come vi abbiamo anticipato con una diretta sulla pagina Facebook di MtbCult, siamo riusciti a provarla su uno dei nostri sentieri abituali per capire quanta sostanza ci sia nella Thok Mig che, nel catalogo del marchio piemontese, rappresenta il modello di accesso con un costo di 3990€ al pubblico.
Questa bici può contare su un travel posteriore di 140 mm e su una forcella RockShox Yari Rc da 150 mm.
L’equipaggiamento è basico, ma sufficiente per divertirsi sin da subito (e lo conferma la nostra presa di contatto odierna) e il motore Shimano Steps (qui i dettagli tecnici) rappresenta un punto di sicuro interesse per la produzione Thok.
Per quanto riguarda la geometria, di seguito trovate le specifiche:

thok mig

mentre per quanto concerne l’allestimento ufficiale:

thok mig

E adesso passiamo al test di oggi che vi raccontiamo con il video seguente:

Quindi, i punti salienti della Thok Mig sono:

– bilanciamento ottimale dei pesi;
– geometria da trail bike moderna;
– maggiore confidenza di guida con le gomme 650b Plus;
– intuitività di funzionamento del motore Shimano Steps;
– attacco portaborraccia in posizione canonica;
– prezzo concorrenziale.

thok mig

thok mig

La sospensione posteriore è di tipo 4 Bar Linkage

thok mig

thok mig

La gomma Maxxis Minion Dhr II da 2,8″ all’anteriore assicura una grande confidenza di guida

thok mig

Il passaggio cavi è interno e sembra essere molto ben realizzato.

thok mig

La batteria è fissata al telaio tramite un attacco classico, ma è protetta dagli impatti tramite un case in materiale plastico (di colore rosso o nero) tenuto in posizione da una banda di gomma.

thok mig

Il portaborraccia è previsto e deve essere di tipo side-load

thok mig

thok mig

Il motore Shimano Steps si conferma un prodotto valido e in questo breve giro ha fatto vedere prestazioni di tutto rispetto per fluidità di funzionamento.

thok mig

Stefano Migliorini è stato un pilota di Dh a livello mondiale e sa quanto è proficuo per la guida avere un carro reattivo. Ecco il perché del ponticello di rinforzo con questa forma.

thok mig

Il display dello Shimano Steps è compatto e ben nascosto dagli impatti. Il display, fra l’altro, è sempre ben leggibile.

thok mig

thok mig

Torneremo a parlare di Thok…

A questo punto vi rimandiamo a un test più approfondito della bici che, come detto nel video, contiamo di realizzare quanto prima.
Qui potete trovare tutti gli articoli sul marchio Thok.

Per informazioni ThokeBikes.com

        
Torna in alto