• 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mathieu Van der Poel e la e-Mtb: amore o odio?
Fino a qualche giorno fa, non avevamo mai visto il fenomeno olandese, capace di vincere su strada, nell’Xc e nel ciclocross, in sella ad una Mtb a pedalata assistita.
Nulla di strano, per chi il motore ce l’ha nelle gambe, direte voi…

Mathieu Van der Poel

Invece no, perché pensandoci bene, anche Nino Schurter ed altri top rider del mondo Xc o Enduro, ogni tanto salgono in sella alla e-Mtb per divertirsi ed allenarsi in modo diverso.
Ma pochi giorni fa, VDP ha stupito tutti pubblicando sui suoi social la foto della sua nuovissima Canyon Spectral:ON sul sentiero, in attesa di essere “spremuta” sotto le sue mani.
Guardate qui:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Freedom just got a new dimension. The all new @canyon Spectral:ON has arrived 🚀

Un post condiviso da MVDP (@mathieuvanderpoel) in data:

Tra i commenti dei suoi fan troviamo anche tante critiche, perché tra i “pedalatori” c’è ancora qualcuno che vede le e-Bike con un certo scetticismo.
Ma è stato proprio Mathieu Van der Poel a rispondere a tono spiegando la sua filosofia e scrivendo…
«Guidare una e-Bike non significa essere pigri o non pedalare. Puoi decidere quanto forte vuoi spingere. Si possono affrontare nuovi sentieri tecnici in salita, impossibili da superare con un normale Mtb e si può arrivare in luoghi che di solito non puoi raggiungere con una Mtb tradizionale. Le persone che odiano le e-Mtb non le hanno ancora usate correttamente 😉».

Beh, c’è altro da aggiungere? 😜
Come vedete, pian piano anche gli agonisti “veri” stanno imparando ad apprezzare ed utilizzare nel giusto modo le e-Mtb.
E ci fa piacere…

Se volete saperne di più su Mathieu Van der Poel date uno sguardo agli articoli che parlano di lui su MtbCult.it