• 232
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  

Le e-Mtb sono utilizzate da moltissimi appassionati per togliersi di torno la salita e pensare al divertimento in discesa.
Cosa assolutamente divertente, ma con una e-Mtb si può fare anche di più.
Imparare a guidare le e-Mtb in salita, infatti, può essere molto più appagante di quanto si possa immaginare, perché si affinano tecniche di guide lontane da quelle a cui molti di noi sono abituati.
Con il risultato (grandioso) che si amplia il proprio bagaglio di capacità tecniche.

Esistono dei corsi di guida dedicati all’uso delle e-Mtb in salita e restano senza dubbio la soluzione migliore per apprendere e migliorare, ma si può migliorare anche da soli o in compagnia di biker più esperti.
Per aiutarvi in questo abbiamo realizzato tre video tutorial che ripropongono e approfondiscono in chiave più moderna quel video, pubblicata circa 3 anni fa, che parlava proprio di salita estrema in e-Mtb.
Cioè questo:

Ebbene, siccome nel corso degli ultimi 3 anni le e-Mtb e la nostra tecnica di guida sono cambiate tantissimo, abbiamo pensato di tornare sull’argomento in chiave più moderna, suddividendolo in tre capitoli.
Iniziamo dal primo…

1 – I TORNANTI STRETTI
Sono due le tecniche da utilizzare principalmente e dipendono soprattutto dalla pendenza e dal grip del terreno.
Schematicamente si può dire che se il grip è buono si può affrontare il tornante pedalando, tenendo la bici quanto più verticale possibile (per massimizzare il grip della ruota posteriore).
Se il grip è basso, invece, si può usare la tecnica trialistica del saltello (mostrata nel video), più impegnativa ma anche molto efficace.
Per i tornanti stretti, così come per le altre due situazioni descritte in questi video, la gestione dell’altezza della sella e il corretto posizionamento del corpo sono due fattori cruciali.
Come vedrete nei video.

2 – I GRADONI
Se avete dimestichezza con la guida off-road di una moto i gradoni li affronterete subito con una certa disinvoltura.
Perché sapete già che per riuscire a superarli in sella servono una certa velocità, ma anche una sequenza di azioni da compiere che è bene conoscere comunque.

3 – I FONDI SCIVOLOSI (E RIPIDI)
Il grip è un fattore che dipende sicuramente molto dalle gomme e dalla loro pressione, ma anche la distribuzione del peso di chi sta in sella gioca un ruolo chiave.
Ovvero, per affrontare le salite off-road non basta avere un motore elettrico per andare su ovunque: serve essere attivi e pronti a muoversi molto intorno alla sella.

Al pari di quanto molti di voi avranno fatto con i tratti più ostici in discesa, per migliorare in salita occorre provare, imparare dai propri errori e insistere, fino a quando quel passaggio non diventa un po’ più facile.
Infatti, anche in salita con una e-Mtb si trovano scenari di sfida molto appaganti e il consiglio che possiamo darvi è provare ad affrontarli.
Meglio se con pedali flat perché non vi fanno più sentire connessi alla e-Mtb, il che sul ripido spesso diventa un grande vantaggio, anche mentale.
Se non lo avete già fatto, quindi, vi invitiamo a guardare la serie di video tutorial che vi illustra come passare dai pedali a sgancio ai pedali flat, che comincia proprio con il video qui di seguito:

Quindi, per concludere:

1 – in sella ad una e-Mtb si possono fare passaggi che con una Mtb sarebbero preclusi: provate!

2 – il divertimento in sella a una e-Mtb non c’è solo in discesa

3 – provateci sempre…

Se vi interessa migliorare la vostra esperienza di uso in sella a una e-Mtb potrebbero interessarvi anche i seguenti articoli:

Come aumentare l’autonomia delle batterie di una e-bike? Leggete qui…

Come usare il reggisella telescopico su una e-Mtb? ? Leggete qui

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Qualche anno fa, beh, ormai 5 anni fa, ho provato la prima e-Mtb e si è aperto un mondo. Sono convinto che siano un'alternativa alle Mtb che potenzialmente riguarda tutti i biker. Il mio lavoro (e quello dello staff di eBikeCult che dirigo) è raccontarvi la loro evoluzione, come usarle al meglio e come vanno sui sentieri. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti