•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vi è mai capitato di svegliarvi con l’idea di voler raggiungere quella vetta, di vedere che c’è dietro quella cresta, di scoprire dove porta quel sentiero?
A me succede spesso.
Amo essere immerso nella natura e solcare nuovi trail.
Con la bici, a piedi o con la moto.

La e-Mtb è la regina dell’esplorazione

Eppure ci sono zone che non sono accessibili con una moto (per i permessi o per la difficoltà) o dei sentieri troppo lunghi da percorrere a piedi nell’arco di una giornata.
Per questo la Mtb è una vera salvezza, ancor più se assistita…



LA PIANIFICAZIONE

Pianifico un giro attraverso Komoot in modo da garantirmi il passaggio su quel sentiero, quella vetta…
So già che sarà dura perché è un giro esplorativo e può succedere di tutto.
Ma questo non mi basta perché ho una mente malata e ho bisogno di renderlo impossibile.

Ovviamente non lo faccio da solo, ma chiedo al mio amico di avventure Luigi di unirsi a me.
Meglio condividere la sofferenza… 😊

Disegnamo la traccia per passare su quella salita che ci fece vedere il direttore.
Una salita che solo percorrerla tutta in sella è già una sfida.

Poi inizia l’esplorazione di tutta una nuova zona che dovrebbe ricongiungerci ad un altro sentiero, anch’esso molto duro da affrontare.
Tutto questo per raggiungere una vetta di zona e percorrere una discesa lunghissima che però non sappiamo come sarà.

In altre parole rendiamo un giro complicato qualcosa di difficilmente replicabile.
Perché?

LA E-MTB È LA REGINA DELL’ESPLORAZIONE

Hai voglia di vedere cosa c’è, magari di essere il primo a passarci con una bici, per portare al limite te stesso e la e-Mtb.

Eppure è divertente perché probabilmente abbiamo scelto il mezzo ideale.
Perché la e-Mtb è la regina dell’esplorazione se sfruttata fino in fondo.

È divertimento e velocità sui sentieri battuti, ma proprio quando esplori e sei in difficoltà che riesce ad esprimere tutto il suo potenziale e a supportarti dove l’immaginazione e la curiosità ti vogliono portare.

Bisogna sempre pianificare il giro con attenzione al dislivello e ai chilometri da percorrere in modo da garantirsi un margine d’errore.
Una cosa però è certa, l’esplorazione in sella ad una e-Mtb ha nuovi limiti…

IL GIRO

La salita super tecnica, con pendenze proibitive per qualsiasi Mtb e atleta, è difficile ma non impossibile in sella ad una e-Mtb.
L’esplorazione del nuovo sentiero con tutte le difficoltà di navigazione, nel superare rami e alberi caduti è decisamente più piacevole e percorribile con l’assistenza elettrica.

La vetta e i passaggi obbligati a piedi sono in parte assistiti dal Walk della bici.
Quando non si riesce ad utilizzare Walk, si fa molta fatica, perché la bici pesa di più, ma abbiamo risparmiato energie utili con l’aiuto del motore.

La e-Mtb è la regina dell’esplorazione

Poi arriva la discesa, per nostra fortuna bellissima.
Ritroviamo il piacere nella guida, quella pura, quella istintiva, a vista.
L’emozione di passare attraverso posti bellissimi e incontaminati.

La e-Mtb è la regina dell’esplorazione

Un giro durissimo che solo con una e-Mtb potevamo pensare di affrontare.
Una sfida piacevole in salita, una navigazione “supportata” dal motore e la felicità di avere a disposizione ancora energie per godersi la discesa, le sensazioni, gli odori e i paesaggi che tanto ci eravamo immaginati…

Ora però un bel panino.😂

Qui trovate altre nostre storie…

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri