scritto da Simone Lanciotti in News il 17 Nov 2016

ESCLUSIVO – Circuito E-Enduro: svelato il regolamento ufficiale

ESCLUSIVO – Circuito E-Enduro: svelato il regolamento ufficiale
        
Stampa Pagina

E’ stato ufficialmente definito il regolamento del circuito E-Enduro (qui altri dettagli) scritto da Franco Monchiero insieme al suo staff.
Ve lo mostriamo in anteprima in basso nella sua completezza, ma prima vogliamo mettere in evidenza i punti salienti:

– due tipologie di Prova Speciale: classe G e classe M, ovvero Gravity e Marathon. La prima tipologia richiede l’utilizzo di protezioni come il casco integrale, guanti lunghi, protezioni per le ginocchia e para schiena omologati CE, mentre la seconda no.
Sarà cura di chi organizza la gara fare in modo che prima della partenza di ogni Prova Speciale di classe G a tutti i concorrenti vengano recapitate le proprie protezioni, evitando loro di portarle con sé per tutta la durata della gara.
Non tutte le gare, però, prevederanno Prove Speciali di classe differente.

– le Speciali prevederanno non solo la discesa, ma anche pianura e salita e saranno disegnate per privilegiare la tecnica di guida

4 categorie: Open Uomini, Open Donne, Junior Uomini (17-18 anni) e Junior Donne. Per le due categorie Junior non è prevista la tessera giornaliera.

le e-bike ammesse in gara sono quelle che rispettano la definizione ufficiale della Direttiva Europea 2002/24/CE descritta in questo articolo e nel regolamento in basso.

i concorrenti non potranno sostituire la batteria, né ricaricarla salvo laddove concesso dall’organizzatore. Non è concessa la sostituzione in gara nemmeno del motore e delle ruote.

Va segnalato, inoltre, che il regolamento del circuito E-Enduro è stato recepito dalla Fci come regolamento valido per le competizioni enduro con Mtb a pedalata assistita.
All’interno del regolamento E-Enduro troverete molte similitudini con quello della categoria enduro canonica.
Per scaricare il documento pdf del regolamento cliccate qui.
La pubblicazione di date e location delle tappe del circuito E-Enduro avverrà nelle prossime settimane.

REGOLAMENTO E-ENDURO

1.DEFINIZIONE
• L’E-Enduro è un circuito della specialità mountain bike enduro riservato esclusivamente alle biciclette Mountain Bike a pedalata assistita.
• La gara di E-Enduro si disputa su di un percorso opportunamente segnalato, all’interno del quale si troveranno un numero variabile di Prove Speciali (PS) che potranno svilupparsi in salita, pianura o discesa, disegnate per privilegiare la tecnica di guida in ogni condizione.
• Le Prove Speciali potranno essere di due tipi o classificazioni:
P.S. Classe-M (Marathon)
P.S. Classe-G (Gravity)
La classificazione delle PS sarà definita dall’organizzazione coordinata con il delegato tecnico in funzione del livello tecnico e difficoltà delle PS.
• La classifica è ricavata dalla somma dei tempi di percorrenza del concorrente nelle prove speciali sommati agli anticipi o ritardi al Controllo Orario (CO).
• I trasferimenti tra una PS e l’altra non sono cronometrati, tuttavia sono fissati tempi imposti entro i quali ogni concorrente deve transitare, inoltre verrà imposto un tempo massimo di ritardo che sarà fissato dalla giuria di gara e comunicato in segreteria prima della partenza. I concorrenti che giungeranno ai punti di controllo oltre il tempo massimo verranno automaticamente esclusi dalla gara.
• Per evitare eventuali tagli lungo il percorso possono essere previsti alcuni controlli a sorpresa.


pub

2. CATEGORIE
• Le gare di E-Enduro sono aperte a tutti i concorrenti in possesso di un tesseramento F.C.I. o qualsiasi altro ente di promozione sportiva convenzionato dalla F.C.I.
• Le categorie sono le seguenti:
EEM: OPEN UOMINI
EEW: OPEN DONNE
EEM-Y: JUNIOR UOMINI (17/18 ANNI)
EEW-Y: JUNIOR DONNE (17/18 ANNI)

3. START
• La partenza è data per gruppi di 1, 2, 3 o 4 concorrenti, ogni 15, 20, 30 o 60 secondi, a discrezione della giuria di gara e del numero di iscritti. I tempi imposti per i trasferimenti permettono ai concorrenti di procedere per piccoli gruppi.

4. REGOLAMENTO SPECIFICO
• I concorrenti devono rispettare il regolamento della manifestazione e il codice della strada, in particolare per i tratti di percorso non interdetti al traffico.
• Le prove speciali saranno chiuse al traffico solo durante lo svolgimento della gara e non durante le prove libere.
• Lungo le speciali siate sportivi e lasciate passare chi è più veloce di voi.
• Ogni concorrente deve essere, durante la gara, completamente autosufficiente provvedendo da se anche a eventuali riparazioni e/o sostituzioni di componenti del proprio mezzo (esempio, cambio camera d’aria) ad eccezione dell’area paddock.

5. ISCRIZIONE E VERIFICA TESSERE
Iscrizione sul sistema informatico FATTORE K FCI. Per completare l’iscrizione è necessario accedere al sito: www.e-enduro.it e seguire le istruzioni alla voce: ISCRIZIONI.
Nel caso in cui abbiate l’esigenza di gareggiare insieme al vostro team o ai vostri amici, di fare le iscrizioni di tutti allo stesso momento in maniera sequenziale, tenendo a mente che l’ordine di iscrizione rispecchierà l’ordine di partenza.
Iscrivendosi online entro e non oltre le ore 20.00 del giovedì precedente il fine settimana di gara, la quota di iscrizione delle gare è fissata in Euro 40.
Dopo questa data, è possibile procedere al pagamento della quota di iscrizione soltanto presso la segreteria di gara durante le verifiche tecniche, con prezzo maggiorato di 5 Euro. Le iscrizioni saranno ritenute valide solo se il pagamento della quota di iscrizione sarà andato a buon fine. La quota di iscrizione non è rimborsabile. Per ulteriore garanzia e sicurezza è consigliato comunque avere a disposizione la ricevuta del pagamento il fine settimana di gara al momento della verifica tessere.
Per i concorrenti che non sono in possesso di Tessera ordinaria sarà possibile partecipare alla gara di E-Enduro acquisendo la Tessera Giornaliera FCI (15,00 €). La Tessera Giornaliera garantisce la copertura assicurativa Infortuni + RCT a favore dei tesserati F.C.I., secondo quanto previsto dalla Convenzione Multi Rischi FCI – INA/Assitalia limitatamente alla sola giornata di validità della stessa. Per poter acquisire la tessera giornaliera è necessario esibire un certificato di idoneità allo sport agonistico per la disciplina ciclismo, rilasciato da un centro medico sportivo italiano, regolarmente riconosciuto dal C.O.N.I.


pub

La visita medica specialistica per il rilascio del Certificato di Idoneità all’Attività Sportiva deve essere antecedente al tesseramento, essendo “condicio sine qua non” per ottenere il tesseramento stesso. Solitamente per poter ottenere la visita medica specialistica, essa deve essere richiesta dalla Società Sportiva di appartenenza o da qualunque struttura (ente di promozione, accademia di danza, piscina, palestra ecc.) richieda una certificazione di idoneità alla pratica sportiva.
Non è possibile ottenere la tessera giornaliera per le categorie Junior/17-18 anni.
Per i tesserati F.C.I. le iscrizioni dovranno pervenire (oltre che attraverso il sito ufficiale di E-Enduro) anche alla Società organizzatrice di ogni singolo evento, tramite il Sistema Informatico Federale “Fattore K”. Ogni concorrente dovrà mostrare la tessera agonistica al momento del ritiro della tabella porta-numero. Vi informiamo inoltre che gli appartenenti alla categoria Junior Sport, sia uomo che donna, non possono partecipare alle gare nazionali.
Chi effettua l’iscrizione di terzi lo fa a titolo di delegato e pertanto si assume in toto tutte le responsabilità ad esso connesse, tra le quali si richiamano gli aspetti relativi al trattamento dati personali ed alla privacy. Il delegato solleva E-Enduro da tale aggravio e si farà garante nei confronti di E-Enduro per qualsiasi responsabilità, reclamo, azione legale possa ricevere E-Enduro da parte dei deleganti. Chi effettua l’iscrizione si rende responsabile per sé stesso e per tutte le persone da lui iscritte in merito all’idoneità della partecipazione ed a tutte le conseguenze di questa e rinuncia, libera ed esonera per sempre gli organizzatori dell’evento, gli sponsors, i promotori, E-Enduro A.s.d. e tutte le altre persone in qualche modo associate all’evento, da qualsiasi responsabilità, reclamo, azione legale e risarcimento danni contro di loro per effetto di danni in qualsiasi modo collegati alla partecipazione all’evento.

6. ATTRIBUZIONE DEI NUMERI DI GARA
I primi 30 numeri per le categorie maschili e i primi 10 per quelle femminili, sono assegnati in base al punteggio o ranking, per tutti gli altri in base all’ordine di iscrizione. La direzione di gara si riserva il diritto di effettuare qualsiasi cambiamento all’ordine dei numeri di gara secondo la propria discrezione. La stesura della lista è elaborata in funzione dei piazzamenti raccolti nell’arco della stagione.
L’ordine di partenza sarà organizzato facendo partire prima i numeri più alti, a scalare fino al numero “1” che partirà per ultimo.

7. BICICLETTA
Alle gare E-Enduro sono ammesse esclusivamente biciclette a pedalata assistita di produzione e presenti in un catalogo di qualsiasi azienda. Le biclette possono essere modificate sostituendo vari componenti (ruote, forcella, freni ecc.) ad eccezione del telaio, motore, batteria e tutto l’impianto elettrico, per i quali si farà eventualmente riferimento al catalogo ufficiale dell’azienda.

circuito e-enduro

Mtb trasformate in e-bike non saranno ammesse in gara.

Si consiglia ai concorrenti di avere sempre una copia del catalogo da esibire qualora venga richiesto dall’organizzazione all’atto delle verifiche.
• Le Biciclette ammesse dovranno tuttavia sottostare alla Direttiva Europea 2002/24/CE della quale riportiamo la definizione:
La direttiva europea 2002/24/CE (articolo 1, punto h) definisce la bicicletta a pedalata assistita come una bicicletta dotata di motore elettrico ausiliario e con le seguenti caratteristiche:
• potenza nominale massima continua del motore elettrico: 0,25 kW
• alimentazione del motore progressivamente ridotta e quindi interrotta al raggiungimento dei 25 km/h
• alimentazione del motore interrotta prima dei 25 km/h se il ciclista smette di pedalare
Ai veicoli che soddisfano questa direttiva non viene richiesta l’omologazione e sono considerati a tutti gli effetti come le biciclette tradizionali.
Veicoli invece che non soddisfano contemporaneamente questi requisiti non possono essere considerati biciclette e devono essere quindi omologati e immatricolati.
Questa direttiva è stata recepita in Italia con il decreto 31 gennaio 2003 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è pertanto in vigore.

• È vietato l’utilizzo di qualsiasi modifica, elaborazione o applicazione che in qualche modo possa annullare (anche temporaneamente) la limitazione della spinta del motore oltre i 25 km/h.
• A tal proposito, l’organizzazione si riserva di predisporre dei controlli a sorpresa che verranno eventualmente eseguiti da personale specializzato durante tutto l’arco di svolgimento della gara e qualora fossero riscontrate irregolarità, il concorrente in causa verrà fermato ed estromesso dalla classifica della gara e del circuito, inoltre non verrà più accettata la sua iscrizione al circuito E-Enduro per il resto dell’anno.
• Le biciclette ammesse alle E-Enduro dovranno utilizzare una sola batteria durante tutta la gara (ad eccezione di casi autorizzati dall’organizzazione) e per questo tempo, le batterie non potranno essere ricaricate ad eccezione di eventuali punti prestabiliti e predisposti dall’organizzazione.
• È vietato sostituire il motore, la batteria e le ruote durante tutta la durata della competizione.
• Punzonature: l’organizzazione fornirà, durante la verifica tessere, a ogni concorrente due contromarche adesive, per le ruote e sarà cura di ogni concorrente applicarle alla propria bici (punzonatura) e proteggerle in caso di pioggia o fango.
La contromarca per il telaio (che funge anche da tabella di marcia con tutti gli orari di gara) e quella per la batteria saranno applicate dall’organizzazione poco prima della procedura di partenza dallo staff E-Enduro.
• Durante la gara l’organizzazione verificherà la presenza delle contromarche (punzonatura) ed il concorrente che non avrà tutte le contromarche correttamente posizionate o non si presenterà alla verifica, sarà squalificato.
• La bicicletta deve essere in perfetto stato di manutenzione ed efficienza. La direzione di gara si riserverà di escludere dalla competizione i concorrenti che non rispetteranno tale norma.

circuito e-enduro

Nelle Speciali di Classe M il casco può essere di tipo half-shell (cioè quello aperto). Nella foto la nuova Focus Jam2.

8. EQUIPAGGIAMENTO
• E’ obbligatorio l’uso del casco durante tutto lo svolgimento della gara, sia nei trasferimenti che lungo le prove speciali di Classe-M.
• Per le Prove Speciali di Classe-G sono obbligatori Casco Integrale, Guanti lunghi, protezioni per le ginocchia e para schiena omologati CE.
• L’organizzazione dovrà mettere a disposizione dei concorrenti un furgone (nell’area paddock prima della partenza) per il trasporto dei caschi integrali o altre protezioni nel caso in cui la gara preveda una successione di Prove Speciali di Classi diverse.
• Chi si presenterà alla partenza senza casco non potrà partire.
• Ogni concorrente deve essere completamente autosufficiente e non può avere assistenza esterna per tutta la durata della gara ad eccezione dell’area paddock – area specifica o furgone dell’organizzazione per trasporto di caschi e protezioni. L’organizzazione darà comunicazione sull’esatta ubicazione dell’area di assistenza durante la riunione tecnica.
• È consigliato un approccio alla competizione consono alle proprie capacità tecniche e preparazione atletica.
• È consigliato avere con se il telefono cellulare, per essere rintracciati o per contattare l’organizzazione in caso di problemi durante lo svolgimento della gara. La direzione di gara comunicherà durante il briefing o riunione tecnica il numero di telefono da contattare in caso di emergenza ed inoltre tale numero sarà riportato sulla tabella di marcia che ogni concorrente ha applicato alla propria bici prima della partenza.




9. PERCORSO
• Il percorso di una gara di E-Enduro deve essere prevalentemente sterrato.
• Il tracciato è segnalato con cartelli ed alcuni tratti sono delimitati da fettucce; il taglio anche, involontario, di tratti del tracciato, se non si rientra dove usciti, comporta l’immediata squalifica
• Gli organizzatori devono assolutamente predisporre il percorso completamente segnalato in modo definitivo, compresi cartelli specifici IPS – FPS – linee di partenza ed arrivo di ogni singola Prova Speciale, entro le 24 ore prima della partenza per dare la possibilità ai concorrenti di svolgere ricognizioni – prove libere.
• È obbligatorio effettuare le ricognizioni del percorso o delle prove speciali esclusivamente con la bicicletta che verrà utilizzata in gara, è vietato farsi trasportare da qualsiasi mezzo anche durante le ricognizioni. Chiunque verrà sorpreso ad effettuare le ricognizioni con l’ausilio di mezzi di risalita, sarà estromesso dalla gara.
• È vietato apportare modifiche al percorso da parte dei concorrenti durante lo svolgimento delle manifestazioni; l’organizzazione si riserva di modificarlo senza preavviso nel caso di emergenze di tipo meteorologico e comunque per garantire la sicurezza in gara, comunicandolo ai concorrenti nel briefing o prima della partenza della PS, anche esponendo comunicazione.
• Gli organizzatori di tutte le tappe devono assicurare la presenza di un apripista e di un chiudi pista, che transiti lungo le prove speciali a circa 5 min dalla partenza del primo concorrente e 5 min dal passaggio dell’ultimo.

circuito e-enduro

Le Speciali prevederanno anche tratti in salita che mettano in risalto le capacità di guida piuttosto che le prestazioni del motore.

10. LINEA DI PARTENZA – ARRIVO, CONTROLLI ORARI (CO)
LINEA DI PARTENZA– ARRIVO
• La linea di partenza coincide con la linea di arrivo ed è indicata da due bandiere gialle. Ogni concorrente dovrà transitare sulla linea di partenza nel minuto indicato dall’orario ufficiale di gara e sulla propria tabella di marcia. Il concorrente che taglierà in ritardo o in anticipo la linea di partenza sarà penalizzato di conseguenza.
CONTROLLI ORARI (C.O.)
I C.O. sono situati:
a) all’uscita dell’area di partenza, oppure in punti intermedi scelti dall’organizzazione. L’organizzazione dovrà essere presente con i propri addetti ad ogni C.O; Il Direttore di Organizzazione può modificare i tempi e il percorso immediatamente prima della partenza o prima di ogni C.O. esponendo la comunicazione all’altezza delle bandiere gialle di ogni C.O. ed in segreteria di gara.
• I C.O. devono essere segnalati con due bandiere gialle che fungeranno anche da linea di rilevamento del tempo, nonché linea di Partenza/arrivo.
PROCEDURA AI C.O.
Presso la bandiera gialla posta sulla linea di C.O., deve essere posizionato un orologio sincronizzato con l’orario ufficiale di gara e la postazione dei cronometristi ufficiali. Al C.O di fine gara non viene penalizzato l’anticipo ma solo il ritardo. Ad ogni C.O. un cronometrista deve compilare un elenco del controllo in cui saranno registrati in ordine cronologico i numeri di gara dei corridori che transitano ed i tempi in ore e minuti. In caso di contestazione farà fede l’elenco del controllo. Il rilevamento dei tempi ai C.O. verrà effettuato al minuto primo intero nel momento in cui il concorrente taglia la linea indicata dalle bandiere gialle.
• Il Concorrente che non rispetti i tempi imposti ai controlli orari sarà penalizzato di 60 secondi per ogni minuto o frazione, di differenza con il suo tempo teorico.
ESEMPIO DI CALCOLO PENALITÀ:

circuito e-enduro

I minuti di penalità verranno sommati al tempo totale di percorrenza delle prove speciali. Inoltre verrà fissato dalla giuria ed esposto in bacheca prima della partenza di ogni gara un tempo massimo di ritardo sul passaggio teorico al C.O. oltre il quale il Concorrente sarà escluso dalla competizione. La zona di partenza/arrivo deve essere posta all’interno dell’area Paddock.


pub

11. PROVE SPECIALI
• I concorrenti partiranno ad intervalli (15 – 20- 30 o 60 secondi). Gli intervalli saranno definiti dalla direzione di gara e comunicati prima della partenza della gara. I concorrenti devono trovarsi pronti a partire all’inizio della PS all’orario indicato sulla propria tabella oraria consegnata dagli organizzatori.
• Se il concorrente percorre il trasferimento (non cronometrato) in un tempo inferiore a quello assegnato, giungendo in anticipo sul proprio orario di partenza di una qualsiasi PS, deve attendere prima della linea di start sino all’orario indicato sulla propria tabella oraria
• Al concorrente che anticiperà la partenza, rispetto al proprio orario, sarà calcolato tale anticipo sommandolo al tempo di percorrenza della prova speciale.
• Al contrario, il ritardatario rispetto al proprio orario di partenza potrà partire per la PS utilizzando un’apposita corsia di “start” immediatamente, previo il consenso del Giudice di partenza o del cronometrista ed il suo tempo di percorrenza della PS sarà calcolato a partire dall’orario “teorico” indicato sulla propria tabella oraria.
• Le PS devono necessariamente essere chiuse al traffico e vietate al transito pedonale per l’intera durata delle stesse
• All’inizio della PS deve essere predisposta una corsia riservata ai ritardatari che devono entrare nella stessa esclusivamente da quell’accesso, ma solo dopo che gli addetti allo start ne diano il consenso. Tuttavia il concorrente ritardatario non potrà mai partire subito prima del concorrente in orario, dovrà aspettare che quest’ultimo parta e poi accodarsi.
• Perché una gara sia convalidata è indispensabile che almeno il 50% delle prove speciali siano valide ed effettuate da tutti i concorrenti.

12. ORARIO DI PARTENZA
• L’orario di partenza della gara deve essere comunicato in segreteria di gara almeno 1 ora prima della partenza, fatta eccezione per cause di forza maggiore. L’orario di partenza delle singole PS, per ogni concorrente, è fissato dall’organizzazione, ed è fatto osservare dagli addetti alla partenza di ogni PS.
• L’organizzazione deve affiggere gli orari di partenza almeno 30 minuti prima della partenza del primo concorrente, oltre a consegnare ad ogni concorrente una tabella di marcia personale.
• È responsabilità del concorrente verificare la presenza di eventuali errori del proprio orario di partenza compresa la tabella oraria

circuito e-enduro

La ricarica della batteria non sarà concessa, a meno che non sia l’organizzatore della gara a permetterlo.

13. BRIEFING o RIUNIONE TECNICA
• Verrà effettuato un briefing o riunione tecnica dal Presidente di giuria nella zona della partenza o Paddock la sera antecedente alla gara e l’orario verrà comunicato nella scheda gara.
• Tale procedura è importante per dare ai concorrenti eventuali informazioni o modifiche dell’ultimo momento allo svolgimento della gara pertanto è consigliata la presenza ad ogni concorrente o responsabile della propria squadra.

14. ASSISTENZA ED AIUTO
• In caso di incidente è auspicabile che ogni concorrente presti soccorso al concorrente in difficoltà e avverta i Marshall per i soccorsi.
• La Giuria, si riserverà di penalizzare o squalificare i concorrenti che non rispetteranno tale norma, oltre a incorrere nelle possibili conseguenze penali di un’omissione di soccorso.
• Ogni concorrente che si ritira dalla manifestazione è tenuto ad avvisare la Giuria di gara
• I concorrenti che si ritirano o sono fuori tempo massimo, devono raggiungere la partenza nel più breve tempo possibile, seguendo le indicazioni dei Giudici di gara, e comunque togliendo la tabella porta-numero dalla bicicletta o barrando il numero con una X.
• Per dare modo ai soccorsi di raggiungere un eventuale concorrente infortunatosi lungo una PS, questa può essere anche sospesa, con i concorrenti che transiteranno nella PS, ma non saranno cronometrati, oppure il percorso sarà deviato con opportune indicazioni dei responsabili di gara per raggiungere la successiva PS.

15. CLASSIFICA
• Per il circuito E-Enduro sarà stilata una classifica finale che comprenderà la somma dei punteggi acquisiti dai partecipanti di ogni categoria a ogni singola prova.
• Le gare in calendario saranno tutte valide ai fini della classifica.
• In caso di pareggio, sarà tenuto conto del miglior risultato nell’ultima gara.

16. ASSEGNAZIONE PUNTI
• Ad ogni singola prova l’assegnazione dei punti è la seguente:

circuito e-enduro

17. CLASSIFICA SQUADRE
• È prevista una classifica per le Squadre o Team.
• Le Squadre o Team saranno composte da un massimo di quattro elementi ed un minimo di due, appartenenti alla stessa Società sportiva.
• Tale classifica viene stilata per ogni singola gara e per l’intero circuito sommando i punteggi acquisiti secondo lo stesso criterio dei punteggi individuali.
• La classifica Squadre per ogni gara è stilata tenendo conto dei migliori piazzamenti dei componenti delle squadre nelle rispettive categorie.
• In caso di parità di due o più Squadre, la discriminante sarà la classifica assoluta dei concorrenti.
• Per partecipare alla speciale classifica Squadre è indispensabile che il TEAM manager confermi i nomi dei 4 atleti selezionati al momento della verifica tessere alla direzione di gara.
• Potranno essere iscritti alla Squadra concorrenti di diverse categorie tesserati FCI/UCI o di un qualsiasi ente di Promozione Sportiva convenzionato.

18. PREMIAZIONI SINGOLE PROVE
• Alle gare sono premiati almeno i primi 3 classificati di categoria e le prime 3 Squadre.
• La premiazione è prevista solo per le categorie con un minimo di 3 classificati

19. PREMIAZIONI FINALE CIRCUITO E-Enduro
• Vengono premiati nella classifica finale E-Enduro:
– Primi 5 classificati di ogni categoria.
– Prime 3 Squadre o Team classificate.

20. RECLAMI
• I reclami riguardanti lo svolgimento delle prove – classifiche – comportamento degli altri concorrenti e qualsiasi altro tipo di segnalazione devono essere presentati per iscritto al Presidente di Giuria, versando la tassa prevista e firmati dal/dai concorrente/i non oltre 1⁄2 ora dall’esposizione integrale della classifica. Il comitato organizzatore comunicherà la propria decisione entro 60 minuti dalla presentazione del suddetto reclamo.
• Il comitato organizzatore si riunirà sul posto per regolare immediatamente la controversia prima della cerimonia di premiazione.
• Il comitato organizzatore è composto dal Presidente di Giuria e dal responsabile della tappa locale.

21. ASSICURAZIONE
• Ogni singola gara E-Enduro, deve essere iscritta al calendario F.C.I. (Federazione Ciclistica Italiana) e di conseguenza coperta da assicurazione dell’ente stesso.
• E-Enduro non è da ritenersi in alcun modo responsabile per gli incidenti che si possono verificare durante lo svolgimento delle competizioni di E-Enduro.

Per informazioni E-Enduro.it

        
Torna in alto