•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sram GX Eagle AXS, la tecnologia wireless è finalmente accessibile ad una fetta più ampia di utenti.
Dopo i modelli XX1 e X01 anche il sistema di cambiata GX diventa elettromeccanico.
Venduto come kit integrativo, il nuovo Sram GX Eagle AXS andrà ad integrare il gruppo GX già esistente, mantenendo la medesima guarnitura e pacco pignoni.
Un upgrade che migliorerà la vostra esperienza di guida rendendola “fluida” e maggiormente personalizzabile.
Prima di scendere nel dettaglio godiamoci il video dedicato all’entrata del Gx nel mondo wireless.



I VANTAGGI DELLA TECNOLOGIA AXS
Introdotta nel 2019, la tecnologia Sram AXS, ha aperto la strada ad un sistema di cambiata fluido e di facile azionamento.
Oggi, con la presentazione dello Sram GX Eagle AXS, l’entrata nel mondo wireless risulta più abbordabile e con prestazione comunque elevate.

Sram GX Eagle AXS

Numerosi sono i vantaggi portati da un sistema elettromeccanico.
L’eliminazione del cavo consente un passaggio di marcia più preciso e mai fuori tempo, soprattutto nelle condizioni più estreme come acqua, fango e neve.
Per lo stesso motivo l’azionamento del comando è davvero intuitivo e richiede uno sforzo ridottissimo, inoltre grazie all’applicazione per smartphone Sram AXS, la modalità di cambiata è personalizzabile (ne parliamo più avanti).

COSA COMPRENDE IL KIT SRAM GX EAGLE AXS?
Come anticipato nella parte introduttiva, lo Sram GX Eagle AXS verrà venduto come kit integrativo.
Questo permetterà a chi è già in possesso di un gruppo Sram Eagle di beneficiare del sistema AXS senza dover acquistare nuovamente l’intero gruppo.
Deragliatore posteriore, comando con annesso MatchMaker, batteria, carica batteria e un utile strumento per misurare la distanza tra pacco pignoni e puleggia cambio, questo il contenuto del kit Sram GX Eagle AXS.
Partiamo con l’analizzare l’elemento principale del nuovo kit, il cambio.

Sram GX Eagle AXS

Il deragliatore posteriore
Sotto sforzo in salita o in corsa verso il traguardo di una gara, il deragliatore Sram GX Eagle AXS mantiene una precisione sorprendente, togliendo al rider la fastidiosa sensazione di eccessivo sforzo sul comando del cambio.
Progettato per ampliare l’offerta e rendere la tecnologia AXS accessibile a tutti è realizzato con materiali robusti che puntano a renderlo resistente ad eventuali torsioni e impatti accidentali.

Sram GX Eagle AXS

La resistenza è aumentata anche grazie alla frizione di sovraccarico.
Essa infatti stacca il piccolo motore elettrico, dando libertà di movimento al deragliatore.
Questa “intelligenza artificiale” salvaguarda il cambio e il relativo forcellino.
Altra particolarità per quanto riguarda il nuovo entry level dei cambi elettromeccanici è la gabbia costruita interamente in acciaio, che, se da una parte fa aumentare il peso, dall’altra assicura una robustezza di ottimo livello.
A completare una serie di accorgimenti votati alla longevità del cambio pensa la nuova cover per la batteria.
Leggera, a sgancio rapido e molto utile a tenere lontani detriti e rami.
Inclusa nel kit o acquistabile separatamente per essere istallata sui modelli AXS XX1 e X01.
Ovviamente il cambio può essere tranquillamente utilizzato anche senza quest’ultima protezione.
Il nuovo deragliatore posteriore Sram GX Eagle AXS potrà essere mixato con altri componenti AXS.

Sram GX Eagle AXS

Comando cambio
Molto simile ai modelli di gamma superiore, il comando dello Sram GX Eagle AXS ha dimensioni ridotte e impressiona sin da subito per l’assenza di guaine e cavi.
Il rocker paddle è quello di prima generazione, installato fino a poco tempo fa anche sui modelli di alta gamma.
Comodo, ergonomico e azionabile con una semplice pressione di pollice o indice.

Rimane la possibilità di acquistare a parte e montare il rocker paddle di seconda generazione (qui i dettagli).
Lo sforzo per azionare il comando è davvero minimo, anche in situazioni complicate, un vantaggio notevole che rende la cambiata intuitiva e immediata.
Ad alimentare il comando troviamo una semplice batteria come quella installata negli orologi, una comune CR2032.
La sua durata dipende dall’utilizzo, ma orientativamente Sram parla di 2 anni, durata oltre la quale vi consigliamo di cambiarla anche se non esaurita.
Il punto di forza del comando GX, ma più in generale dei comandi AXS, è la possibilità di personalizzazione.
Grazie all’app Sram AXS sarà infatti possibile impostare i comandi e le loro funzioni in base alle nostre esigenze.
Invertire l’ordine dei comandi, impostare la cambiata su singola o multipla, queste sono solo alcune delle opzioni configurabili.

Accessori forniti nel kit
A completare il kit troviamo, ovviamente, il caricabatterie per ricaricare la sorgente del nostro cambio, composto da una basetta dove verrà riportato lo stato di carica e annesso cavetto USB.
Infine troviamo una dima per la regolazione della distanza tra puleggia superiore del cambio e pacco pignoni.

PESI E PREZZI

La costruzione “robusta” del cambio Sram GX Eagle AXS fa salire il peso rispetto ai modelli XX1 e X01.
Un incremento del tutto trascurabile se pensiamo al costo nettamente inferiore a parità di prestazioni
Nello specifico parliamo di 478 gr ed un costo di 385,00 € per quanto concerne il cambio.
Il comando del cambio pesa 82 gr e costa 155,00 €, un prezzo ed un peso che lo rendono appetibile anche in abbinamento a gruppi di alta gamma grazie alla sua compatibilità.
Ricordiamo il costo del kit Sram GX Eagle AXS: 620,00 €.

COME VA LO SRAM GX EAGLE AXS?
Montare il nuovo kit Sram è semplice e intuitivo, basta un po’ di manualità per riuscirci anche da soli, qui il nostro tutorial.
Appena installato si apprezza immediatamente la sua pulizia ed eleganza, niente più cavi e guaine.
Non appena, invece, si inizia a pedalare e a cambiare marcia ci si trova inizialmente spiazzati.
Talmente ridotto lo sforzo necessario per azionare il comando che bisogna farci l’abitudine.
Tramite l’applicazione Sram AXS ho impostato la cambiata sull’opzione multishifting.
Modalità perfetta per avere una cambiata immediata dal primo all’ultimo pignone, tenendo premuto il pulsante.

La precisione del cambio è sorprendente, sotto sforzo e non, non fa differenza.
Molteplici sono state le situazioni in cui mi sono ritrovato a dover cambiare in frangenti poco idonei.
Frangenti nei quali una trasmissione a cavo avrebbe restituito una sensazione poco gratificante, emettendo rumori che invitano a cambiate più “dolci”.
Lo Sram GX Eagle AXS, invece, anche in queste situazioni non batte ciglio, garantendo una fluidità di cambiata costante.

La velocità nel passare da un pignone all’altro è paragonabile a quella dei modelli superiori.
Motivo per il quale ritengo il nuovo Sram GX Eagle AXS un’ottima alternativa per tutti quei riders che non hanno l’ossessione del peso.
L’ottima qualità costruttiva e l’utilizzo di materiali resistenti rendono la nuova trasmissione Sram utilizzabile anche in campo trail / enduro.
Dopo la presentazione dei gruppi XX1 e X01 in versione AXS siamo lieti di dare il benvenuto allo Sram GX con la medesima tecnologia.
Sram ha rispettato le aspettative presentando non solo una versione “elettrificata” del GX, ma anche una trasmissione con le stesse caratteristiche dei fratelli maggiori, un peso leggermente superiore ma un prezzo più abbordabile.

Per informazioni SRAM.COM

 

Simone Lucchini

Pedalo in bici da quando ero giovanissimo. Bici da strada, Mtb, gravel e ora anche le e-Mtb. Per me le due ruote a pedali non hanno confini e mi esalta impegnarmi nella guida piuttosto che nella ricerca delle prestazioni atletiche. Per me la bici è una passione che è diventata da subito un lavoro, in officina e sulle pagine di eBikeCult.it