•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La rottura del filo cambio può creare spiacevoli disagi.

Chiaramente la soluzione migliore sarebbe avere un filo di scorta e sostituirlo.
Quest’operazione, però, richiede competenze avanzate, come la capacità di regolare un cambio, ma se siamo dei principianti o ci troviamo in una situazione di emergenza l’unica possibilità è sfruttare quello che abbiamo a disposizione.

Nel video qui di seguito vi mostriamo come porre rimedio in totale autonomia durante un’uscita.



LE CONSEGUENZE DI UNA ROTTURA DEL FILO CAMBIO

Quando si rompe il filo, il deragliatole posteriore tende a tornare nella sua posizione di scarico, ovvero si dispone sulla battuta inferiore, cioè sul rapporto più duro del pacco pignoni.

 

Di per sé non è così limitante se siamo in cima ad una salita, pronti a scendere.
Il problema si presenta nel momento in cui siamo a diversi km dal punto di arrivo e dobbiamo percorrere ancora molta salita.
O si va a piedi o si cerca di posizionare il cambio su un rapporto più agile.

UTILIZZA LA BATTUTA INFERIORE

Ogni cambio è provvisto di tre regolazioni indipendenti dal filo di comando:
– vite di regolazione battuta inferiore, che non permette di andare oltre il rapporto più duro
– vite di regolazione battuta superiore, che non permette di andare oltre il rapporto più agile
– vite che regola la distanza del deragliatore dal pacco pignoni

La regolazione sulla quale andremo ad intervenire è solo una, quella della battuta inferiore.

Rottura del filo cambio

Se dobbiamo affrontare ancora pianura o della salita non troppo pendente, utilizzando un multi-attrezzo, possiamo registrare la battuta inferiore e forzare il cambio a salire di qualche rapporto, così da sfruttare una pedalata più agile.

Il limite è che, anche avvitando completamente la vite di registro, difficilmente si riuscirà ad andare oltre il 4° o 5° rapporto.

E se la pendenza della salita che dobbiamo affrontare fosse ancora più marcata?

RIUTILIZZA IL FILO

La rottura del filo cambio avviene nel 99% dei casi in prossimità del deragliatore.
Questo vuol dire che abbiamo a disposizione ancora molto filo utile per inventarci qualcosa.

Utilizzare il filo permette di posizionare il cambio in un rapporto molto più agile rispetto a quello possibile con il solo registro di battuta.

1 Innanzitutto bisogna sfilare il filo rimanente dal manettino del cambio.
Selezionate sul manettino il rapporto più duro, rimuovete la cover di chiusura e sfilate il filo.
Richiudete il manettino.

2 Cercate di rendere quanto più appuntito ed omogeneo il capo del filo che si è rotto.
Quest’operazione vi semplificherà l’inserimento sulle guide del cambio e sull’elemento di fissaggio.

Inserite il filo nella sede del cambio dove avrete rimosso il capo della guaina.

Rottura del filo cambio

3 Facendo attenzione a non sfilacciare eccessivamente il filo, dovrete far passare il filo attraverso le guide e il punto di fissaggio.

4 A questo punto dovrete posizionare il cambio sul rapporto desiderato, tendere il filo e serrarlo.

Rottura del filo cambio

5 Avvolgete il filo in eccesso in modo da non renderlo pericoloso e proseguite il giro.

Il consiglio è di sfruttare un rapporto più agile di quello che si possa pensare, in modo da poter salire un po’ ovunque se dovessero presentarsi rampe inaspettate.

Se vi è piaciuto questo articolo date un’occhiata agli altri due sulle problematiche più comuni in sella ad una bici:

 

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri