• 716
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sembra ormai confermato, anche se aspettiamo ancora l’ufficialità di legge: il Governo è intenzionato a concedere incentivi all’acquisto e all’utilizzo della bicicletta, anche a pedalata assistita, con un bonus che potrebbe arrivare fino a 500 euro.
La misura è particolarmente importante in un periodo in cui la mobilità urbana e le modalità di trasporto in generale vanno necessariamente ripensate per garantire quella distanza sociale che ci protegge dal contagio e dalla diffusione del Covid-19.

incentivi all'acquisto
Foto: www.bosch-ebike.com

Ad annunciare gli incentivi è stata la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli durante l’Audizione alla Commissione Trasporti dello scorso 6 maggio.

incentivi all'acquisto
La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti De Micheli

«E’ in dirittura di arrivo un testo normativo, d’intesa con il ministro dell’Ambiente Costa, che prevede un buono fino a 500 euro per l’acquisto di mezzi di mobilità alternativa e sostenibile, come le biciclette, anche a pedalata assistita, i veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica e i monopattini. La misura è rivolta agli abitanti delle aree metropolitane, e delle aree urbane con più di 50.000 abitanti» così ha annunciato la ministra De Micheli.
Al momento pare che per l’incentivo non saranno necessarie soglie di reddito, per cui dovrebbe essere disponibile a tutti quelli che ne faranno richiesta.
Nel video in basso, al minuto 12:55 potete ascoltare le parole della ministra:

Non è ancora chiaro quali saranno le modalità di erogazione del bonus: se lasciare che gli utenti acquistino a prezzo intero i mezzi e poi ricevano un rimborso oppure far sì che gli acquirenti possano avere lo sconto direttamente dal rivenditore il quale a sua volta chiederà il rimborso allo Stato.

incentivi all'acquisto
Foto: www.bosch-ebike.com

Se l’incentivo economico governativo a favore delle bicicletta e della mobilità “dolce” vedesse la luce in tempi brevi, potrebbe sicuramente aiutare il riavvio delle attività per tanti negozi di bici in difficoltà, senza contare che un utilizzo maggiore della bicicletta per gli spostamenti quotidiani in città darebbe un contributo sostanziale per ridurre il traffico e la presenza delle persone sui mezzi pubblici.

In attesa che l’annuncio si traduca in legge, anche alcune istituzioni locali (Comuni o Regioni) si stanno mobilitando per offrire a loro volta aiuti economici alle persone che vogliono acquistare una nuova bicicletta, così come pure alcuni brand di biciclette (ad esempio, abbiamo già parlato di Fantic) stanno facendo lo stesso in collaborazione con la loro rete vendita.

incentivi all'acquisto

L’attenzione alle due ruote, insomma, in questo cosiddetta “Fase 2” è massima, come testimonia anche la campagna “Mettiamoci in sella”, lanciata proprio ieri 7 maggio dall’Associazione Nazionali Ciclo Motociclo Accessori, in collaborazione con EICMA, una delle più importanti fiere internazionali del settore, a cui aderiscono molti protagonisti della bike industry.
«Bici, scooter e moto – ha dichiarato il presidente di ANCMA Paolo Magri, presentando l’iniziativa – assicurano infatti un naturale distanziamento sociale, maggiore sostenibilità ambientale, maggiore velocità di percorrenza sui brevi e lunghi tragitti e facilità di parcheggio, ma anche un minore impatto sul traffico urbano.»

«La nostra – continua Magri – è non solo un’iniziativa di tutela di un comparto gravemente colpito dal lockdown e per il quale continuiamo a chiedere al Governo forme urgenti di incentivi all’acquisto, ma è una comunicazione rivolta agli utenti possessori e, soprattutto, a quelli potenziali o semplicemente ai cittadini che devono solo togliere la polvere da una bici o una moto inutilizzata in garage.»

Un invito a passare ancora più tempo in sella e a trasmettere la propria passione agli altri? Perché no…

Nel frattempo, vi ricordiamo i consigli della FCI per pedalare in sicurezza.

(Foto di apertura: www.bosch-ebike.com.)

Veronica Micozzi

Mi piace leggere, scrivere, ascoltare. Mi piacciono le storie. Mi piace lo sport. Mi piacciono le novità. E ho capito la sana follia che anima i seguaci della bici. Credo di aver capito perché vi (ci) piace tanto la bicicletta, al di là della tecnica, delle capacità, dell’agonismo: è per quella libertà, o illusione, di poter andare ovunque, di poter raggiungere qualsiasi vetta, di poter superare i propri limiti che solo le due ruote sanno regalarti… Credo anche che non riuscirò mai ad emozionarmi per una forcella nuova ma la passione vera la capisco e quindi la amo un po’ anche io! E cercherò di raccontarvela al meglio.