•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La manutenzione della e-Mtb in inverno è senza dubbio una procedura di fondamentale importanza per la longevità della nostra e-Mtb.
Pioggia e freddo sono nemiche della Mtb tradizionale, figuriamoci delle e-bike dove i componenti sono messi a dura prova non solo dall’utilizzo ma anche dalla potenza del motore e dal maggior peso in gioco.
Per il biker è consuetudine uscire in inverno in mezzo a sabbia, fango e detriti di ogni genere, ma come evitare problemi tecnici e un invecchiamento precoce della nostra e-Mtb?
Scopriamolo insieme.

Manutenzione della e-Mtb in inverno



1) TRASMISSIONE
L’inverno causa due principali danni alla trasmissione.
Le e-Mtb sono significativamente differenti dalle normali Mtb, perché c’è un motore che offre maggior coppia e potenza e tutto viene trasferito attraverso la trasmissione.
Tutto è amplificato!

Le prime ad essere prese di mira da fango, pioggia e detriti sono le pulegge del cambio che tendono sia ad accumulare sporcizia proprio dalla base dei denti che guidano la catena (foto sotto), sia a bloccarsi a causa di cuscinetti arrugginiti o sporchi.
Chiaramente ad ogni uscita sarebbe opportuno pulire queste rotelle perché la sporcizia può causare una costante frizione che ne pregiudica la scorrevolezza.
Possono persino bloccarsi con il rischio che, pedalando, la catena si possa portare dietro tutto il cambio, causando rotture piuttosto costose.

La catena può altresì scivolare sopra i denti delle pulegge, a causa della maggior potenza espressa, e uscire fuori dalla sede causando segni e scalfitture su cambio e telaio.
Tutto ciò si può evitare semplicemente utilizzando un piccolo cacciavite piatto per eliminare lo sporco dalle suddette rotelle.

La seconda parte della trasmissione ad essere presa in causa è la catena.
Che la catena si usuri e si consumi capita su tutte le bici, ma su una e-Mtb l’allungamento e l’usura è nettamente più veloce.
C’è tanta potenza e tanta coppia che vengono trasmessi attraverso questo sottile componente.

La cosa importante è pulirla e lubrificarla accuratamente dopo ogni uscita.
Ma non finisce qui, perché è importantissimo misurare l’usura della stessa per evitare che l’eccessivo allungamento delle maglie possa consumare prematuramente anche corona e pacco pignoni.
Sostituendo più spesso la catena si possono evitare rotture e costi di manutenzione alti.

In inverno succede anche che durante un’uscita tra pioggia, fango e detriti di ogni genere l’e-Mtb riesce comunque a spingerci in situazioni dove altrimenti saremmo costretti a scendere a piedi.
Questo fa si che anche i detriti più duri e resistenti vengano risucchiati dalla catena e possano scalfire o allentare qualche maglia.
Ricordatevi che una volta lavata e pulita, mentre distribuite il lubrificante potete osservare attentamente che ogni maglia sia integra.

2) FANGO, ACQUA E IDROREPELLENTI
Lavare l’e-Mtb è inevitabile in inverno e va fatto soprattutto se è completamente sporca.
Sono progettate e realizzate per fare vera Mtb, quindi non temono acqua e fango, tuttavia bisogna prendersi cura di alcune zone chiave dopo un’uscita sotto la pioggia, dopo averla lavata o se vogliamo lasciarla un po’ sporca.
Bisogna lavare accuratamente la bici, qui un articolo di approfondimento, asciugarla e lubrificarla.
Se non volete lavare tutto, prendetevi cura della trasmissione e dei contatti.

 

A questo punto, per la manutenzione della e-Mtb in inverno, in generale sotto la pioggia, è usanza utilizzare dei prodotti che tengono fuori l’acqua, che fungono da idrorepellenti e lubrificanti al tempo stesso.
Ce ne sono di molti marchi sul mercato (Wd-40 – Muc-Off – ecc) e proprio per le loro proprietà lubrificanti è importante la modalità di applicazione.
Evitate di spruzzare questi prodotti nelle zone vicino ai dischi dei freni o in prossimità della pinza freno.
Contaminando dischi e pasticche dei freni vi ritroverete sicuramente senza forza frenante. Qui un articolo su come prendervi cura dei freni.
Fate attenzione a proteggere con cura queste zone e applicate i prodotti con precisione dove serve.
Meglio sennò spruzzare il prodotto su uno straccio e passarlo sulle zone indicate.

Manutenzione della e-Mtb in inverno

L’altro elemento chiave, e molto più specifico per e-Mtb, sono i contatti elettrici.
Tutte le e-Mtb hanno una porta d’ingresso da dove possiamo caricare la batteria, è ovviamente progettata per questo tipo di scopi e resistente all’acqua.
Residui di umidità o sporco possono comunque causare problemi di connessione se gli viene lasciato modo e tempo di agire.
Si può facilmente risolvere ripulendo con un straccio e asciugando le zone dei contatti più esposti o utilizzando prodotti generici o specifici, come alcol o spray per la pulizia dei contatti.
Questa fase della manutenzione delle e-Mtb in inverno è imprescindibile per non avere problemi dopo lunghe uscite sotto la pioggia, ricoperti di fango o dopo un accurato lavaggio.

Manutenzione della e-Mtb in inverno

Ogni brand di bici e di motori e batterie ha le sue connessioni, display, sensori e comandi remoti.
Sono tutti studiati per resistere all’acqua me è buona usanza tenere tutte le parti in relazione all’elettronica ben pulite e asciutte, proprio come fareste con il vostro smartphone.
Pulitore contatti, alcol, idrorepellenti o aria, l’importante è tenerli asciutti.

Manutenzione della e-Mtb in inverno

3) PELLICOLE PROTETTIVE
Veniamo alla parte che ci garantisce di proteggere la vostra e-Mtb da segni che la possono far invecchiare in poche ore.
Vete mai pensato di adottare delle pellicole protettive?
Acqua, fango e detriti di ogni genere si attaccano ai vestiti, al telaio, ad ogni componente ed è inevitabile che ci siano degli sfregamenti.
A partire dai danni causati dallo sfregamento dei cavi sul telaio.
Anche se sempre più e-bike curano il passaggio dei cavi è facile che sterzando il manubrio oppure con l’affondamento delle sospensioni si creino dei punti di contatto tra guaine e tubi con il telaio.
Uniti allo sporco questi sfregamenti possono causare graffi profondi e danni permanenti alla verniciatura.
Bastano piccoli inserti per scongiurarne gli effetti.

Manutenzione della e-Mtb in inverno

Per non parlare dei danni causati da noi sul telaio e pedivelle.
In inverno è facile sporcarsi dalla testa ai piedi e mentre pedaliamo o guidiamo in discesa ci sono continui punti di frizione con le pedivelle e e con il tubo orizzontale del telaio.
Sono tutti segni che non pregiudicano il funzionamento della nostra e-bike ma attraverso delle pellicole protettive possiamo evitare che la nostra costosa due ruote sembri vecchia di anni in sole due uscite.

Manutenzione della e-Mtb in inverno

Ricordatevi che è buona usanza prendervi cura della vostra e-Mtb ma non preoccupatevi troppo quando la utilizzate perché è stata progettata e realizzata per essere messa a dura prova in ogni condizione possibile.

Se vi è piaciuto l’articolo sulla manutenzione della e-Mtb in inverno e vi piace fare piccoli interventi di manutenzione potrebbe interessarvi anche l’argomento che vi proponiamo qui di seguito:

Manutenzione della e-bike: 5 facili procedure per tutti

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri