•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come scegliere la taglia di una e-Mtb?
Geometrie moderne, indecisione tra due taglie compatibili, reggisella telescopico con poca escursione o con troppa, un attacco manubrio corto o lungo, come fare?
Ci sono moltissime variabili che caratterizzano una e-Mtb e la taglia del telaio per la quale optare.
Scopriamole…

Scegliere la taglia



CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Le geometrie delle moderne Mtb ed e-Mtb hanno caratteristiche in comune, ovvero:
– tubo superiore lungo
– reach abbondante
– angolo di sterzo ridotto (cioè “aperto”)
– attacco manubrio corto
– movimento centrale basso
– lunghezza del carro quanto più contenuta possibile
– interasse relativamente lungo
Una geometria così caratterizzata impone una posizione in sella più centrale, ossia un assetto completamente diverso rispetto a quanto si vedeva fino a 5-6 anni fa.
Una bici di taglia M di 5-6 anni fa adesso è una S piccola, se non addirittura una XS…
Oggi il biker ha una posizione più centrale per compensare meglio gli spostamenti in avanti e indietro sulla sella e quindi stancarsi di meno nella guida e ridurre allo stesso tempo il rischio di ribaltamento, in discesa quanto in salita.
Quindi, si può andare più veloci con minore fatica e questo oggi vale per tutte le tipologie di e-Mtb.

La maneggevolezza tuttavia, rispetto a una volta, non è tanto inferiore, perché oggi le e-Mtb sono più basse, hanno un peso meglio distribuito, sospensioni più raffinate, senza dimenticare, infine, che le bici di oggi richiedono e invitano a posizionarsi in sella in modo diverso, favorendo proprio la maneggevolezza senza perdere in stabilità.

Scegliere la taglia

LA SCELTA
Le moderne tabelle fornite dai produttori sono molto dettagliate e più affidabili rispetto ad una volta.
La specificità di ogni bici ha portato le aziende a realizzare prodotti estremamente ingegnerizzati e molto raffinati.
Niente è lasciato al caso.
Sempre più taglie a disposizione e una naturale evoluzione di questi prodotti hanno fatto in modo che scegliere la taglia di una e-Mtb sia diventato un compito più facile per tutti gli utenti.
Quindi fate affidamento come prima cosa alla tabella delle taglie fornita dal produttore.

Se doveste essere a cavallo tra due taglie, ovvero se la tabella vi fornisse la possibilità di scegliere tra due, dovrete fare un’analisi critica sul vostro stile di guida e sul tipo di sentieri che andrete ad affrontare.
Quando si è indecisi tra due taglie è di fondamentale importanza tenere a mente queste due situazioni:

– scegli la taglia più piccola tra le due se ti piace una guida più reattiva, se preferisci una bici più maneggevole a una più stabile, se hai una guida molto attiva e prediligi percorsi tecnici e tortuosi;

– scegli una taglia in più se ti piace la stabilità, cerchi maggiore confidenza nella guida ad alta velocità e sul ripido e ti capita di girare su sentieri con molta pendenza.

A conferma di quanto detto sopra potete estrapolare le stesse considerazioni proprio dalla nuova concezione di taglie che sta portando avanti Specialized attraverso l’S-Sizing, ovvero, altezza del tubo piantone pressoché invariata, ma lunghezza della bici che cambia a seconda dell’altezza del rider o, appunto, dello stile di guida.

Scegliere la taglia

La sempre più diffusa volontà da parte dei marchi di realizzare telai con un’altezza del piantone quasi invariata, grazie alla diffusione e escursione sempre maggiore dei reggisella telescopici, con misure di reach, stack e orizzontali differenti, ben si adatta alla possibilità da parte degli utenti di scegliere la taglia di una e-Mtb in base all’altezza o alle esigenze di guida.

Qui di seguito trovate ulteriori consigli sulla scelta di manubrio e attacco manubrio per migliorare la confidenza di guida:

Come la larghezza del manubrio influenza la guida di una e-Mtb

L’attacco manubrio: come condiziona la guida di una e-Mtb?

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri