• 237
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Lapierre Overvolt GLP 2 Elite è una e-Mtb fuori dal coro.
Per l’estetica, per l’impostazione e anche per il carattere che, chi l’ha sviluppata (un certo Nicolas Vouilloz, 10 volte campione del mondo DH), le ha trasmesso.
Infatti, ha doti discesistiche piuttosto marcate che ci sono piaciute davvero molto… ma andiamo per ordine.
Rispetto alla precedente versione i cambiamenti sono notevoli, così come la cura dei dettagli, ma è soprattutto salita in sella che si avvertono le principali differenze, soprattutto in termini di confidenza di guida.
Che è aumentata e, con essa, la facilità con la quale si riesce ad alzare la ruota anteriore.
Ve l’abbiamo presentata in questo articolo, e finalmente siamo riusciti a metterla alla prova per un lungo (godurioso) periodo.
Vi lasciamo al video test dove vi mostriamo di cosa è capace e vi invitiamo a proseguire poi nella lettura dell’articolo.



1 – DETTAGLI TECNICI TELAIO
– Geometria: 10
Parliamo di una e-Mtb da enduro a tutti gli effetti.
160 mm di escursione, angolo di sterzo di 65°, reach di 454 mm (in tg M), angolo sella verticalizzato a 76° e carro accorciato a 440 mm. Geometrie “cattive”, adatte a chi vuole spingere in discesa ma che non trascurano la fase di salita, che con una e-Mtb resta sempre una fase piuttosto divertente.
Vi segnaliamo che proprio la Lapierre Overvolt GLP 2 Elite è uno dei mezzi che abbiamo utilizzato nei video tutorial sulla salita in e-Mtb

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

– Assetto in sella: 9
Come conseguenza di una geometria così “enduristica”, ci si sente ben dentro la bici.
Le ruote di diametro differenziato, 27,5 x 2,8” al posteriore e 29 x 2,5” all’anteriore ingannano un po’ l’occhio e la mente, trasmettendo così ancora di più a chi sta in sella la sensazione di totale immersione tra le ruote.
L’impostazione anche in pedalata sul ripido è buona, nonostante noi abbiamo preferito una distribuzione del peso più discesistica.

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

Lapierre Overvolt Glp II

Lapierre Overvolt Glp II

– Cura costruttiva: 9
Se la guardate con attenzione vi accorgete di quanti dettagli sono stati realizzati con un’ottima cura costruttiva.
Date un’occhiata al passaggio cavi o ad esempio al guidacatena integrato.
E’ vero, il cavo del freno posteriore passa esternamente (vedi foto sotto), ma, insieme all’assenza del portaborraccia, sono gli unici appunti che le si possono fare.

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

Lapierre Overvolt Glp II

Lapierre Overvolt Glp II

– Tuning ammortizzatore: 9
Il tuning di questo ammortizzatore è ben calibrato e la sospensione con giunto Horst regala quella sensazione di galleggiamento che trasmette grande fiducia.
Manca per le fasi in salita più complicate o di media scorrevolezza una chiusura intermedia del RockShox SuperDeluxe Select+. Nulla che, però, possa infastidire davvero.

– Posizionamento ammortizzatore: 9
E’ collocato parallelo al tubo superiore ed è facile da raggiungere per le regolazioni e, soprattutto, più lontano da detriti e sporcizia.

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

– Autonomia batteria: 9
La batteria è una classica Bosch Powerpack da 500 Wh e i risultati che si ottengono in termini di autonomia sono del tutto analoghi a quelli ottenuti con altre e-Mtb testate e dotate di questa drive unit.
Quindi, circa 1500 metri di dislivello, perlopiù in modalità Tour, per un biker allenato con un peso di circa 72 Kg, ovvero quanto basta per divertirsi.
Tuttavia, oggi, 500Wh è un valore al di sotto degli standard più popolari che si attestano a circa 600-625 Wh, ossia il valore di capacità di una batteria Bosch Powertube di ultima generazione.

– Peso telaio e/o bici: 9
22,2 kg, in taglia M, senza pedali e con gomme tubeless con inserti anti-pizzicatura Cushcore (non previsti di serie)
Il telaio in fibra di carbonio, come spesso accade sulle e-Mtb, non porta tanto a miglioramenti sulla leggerezza, quanto nel comportamento dinamico: il telaio rimane più reattivo ed elastico quando si cerca di sfruttare al massimo il mezzo.

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

Lapierre Overvolt Glp II

– Prezzo telaio e/o bici: 8,5
Considerato l’allestimento, curato dove conta, senza eccessi, ma che garantisce un’ottima funzionalità della Lapierre Overvolt GLP 2 Elite in ogni condizione, i 6.099€ sono adeguati al prodotto.

– Garanzia telaio: 7,5
Lapierre fornisce la garanzia di 5 anni su telaio, 2 anni sui componenti e 1 anno sulla verniciatura.

Voto finale (da 1 a 10): 9,0

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

2 – COMPORTAMENTO IN SALITA: 8,5
L’equipaggiamento scelto per la Lapierre Overvolt GLP 2 Elite e l’aggravio di peso degli inserti nelle gomme non agevola l’agilità in salita, ma in compenso permette di sfruttare al massimo il grip offerto dalle gomme Maxxis
Ci si può arrampicare veramente ovunque.
E’ importante trovare la giusta altezza del manubrio per bilanciare al meglio le fasi di guida in salita e in discesa.
Si sente il carro corto da 440 mm, che facilita le manovre nello stretto e ripido nonostante l’angolo di sterzo aperto.
La possibilità di chiudere l’ammortizzatore aiuta sui tratti asfaltati o estremamente scorrevoli a risparmiare energia.
Quando si affrontano salite molto tecniche e a gradoni non è raro urtare la protezione del motore.
Che, comunque, svolge egregiamente il suo ruolo (foto in basso).

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

Lapierre Overvolt Glp II

3 – COMPORTAMENTO IN DISCESA: 9,5
Trovato il setup corretto delle sospensioni, in particolare della forcella RockShox Lyrik RC Charger da 160 mm, in discesa si apprezza la facilità e una confidenza di guida fuori dal comune, anche nei tratti più difficili.
E’ facilissimo alzare l’anteriore per superare un ostacolo o semplicemente per cambiare linea rapidamente, alleggerendo la pressione sull’anteriore.
In inserimento è fulminea anche se la forcella di serie ha una taratura forse fin troppo morbida per le capacità di questa Lapierre Overvolt GLP 2 Elite.
Il peso concentrato in basso e la ruota posteriore “piccola” la rendono svelta nei cambi di direzione e anche sui salti è facile da manovrare e sempre “accomodante” negli atterraggi.

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

4 – COMPORTAMENTO SUL PEDALATO: 8,5
Qui, in realtà, emergono presto i limiti di utilizzo imposti dalla legge: a 25 Km/h l’assistenza si disattiva e spingere sui pedali diventa poco divertente.
Meglio restare sotto i 25 km/h e sfruttare al massimo la prontezza del motore Bosch nel rispondere agli input dei pedali.

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 8,9

Lapierre Overvolt Glp II

In conclusione…
La Lapierre Overvolt GLP 2 Elite è un’ottima e-Mtb per chi ama una guida quanto più agile e simile ad una Mtb classica, proprio perché è facile da manovrare nei cambi di direzione.
Facile, ma non per questo limitata in discesa, anzi…
In salita ci sono situazioni in cui è un po’ impegnativa, anche per via degli inserti Cushcore, mentre resta comunque sempre sfruttabile e perfetta per le salite che siamo soliti affrontare con una Mtb da enduro.

Lapierre Overvolt GLP 2 Elite

Nel complesso per 6.099 €, a nostro avviso, è veramente un’ottima bici, la cui unica pecca è la batteria da  500 Wh.
Come detto in altri video test, sul motore Bosch Performance Line CX di 4ª generazione un utente esperto (e magari abituato a tarare l’erogazione e il livello di assistenza del motore sulle proprie esigenze) sente la mancanza di un app per il fine tuning del motore.
A questa caratteristica si fa abbastanza presto l’abitudine, anche se ci si ritrova ad usare quasi sempre la modalità Tour anche laddove, secondo Bosch, sarebbe da utilizzare eMtb.

Per informazioni LapierreBikes.it

L’abbiamo utilizzata anche per un’interessante tutorial su come affrontare le salite, date un’occhiata qui.:

VIDEO – e-Mtb in salita: 3 tutorial per osare e divertirsi di più

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri