•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Specialized Turbo Levo SL, qui la presentazione, è la e-Mtb che ha definitivamente affermato un segmento, quello delle Mtb a pedalata assistita leggere, ma che lascia ancora molti utenti perplessi su quale sia l’utilizzo ideale…
Nel video, qui sotto, realizzato con Simone Lucchini abbiamo approfondito le tematiche che questa bici ha scaturito dal momento della sua uscita.
Ci siamo soffermati sugli aspetti della guida che la caratterizzano e, in particolare, sulle differenze che ci sono tra un telaio in carbonio e in alluminio.



LE PARTECIPANTI
Specialized Turbo Levo SL Comp Carbon e la Levo SL Comp in alluminio.
Il montaggio è lo stesso per entrambe le bici, con l’unica variante per il reparto freni dove troviamo degli Sram Guide Re per la versione in fibra di carbonio e degli Sram Guide R sulla versione in lega.

Specialized Turbo Levo SL
Specialized Turbo Levo SL Comp Al
Specialized Turbo Levo SL
Specialized Turbo Levo SL Comp Carbon

Il reparto trasmissione è affidato allo Sram Nx a 12v con corona anteriore da 30 denti.
Le ruote sono Roval Traverse e le sospensioni sono affidate a Fox, Fox Float Dps al posteriore e Fox 34 Rythm all’anteriore.

Specialized Turbo Levo SL

Specialized Turbo Levo SL

Specialized Turbo Levo SL

Specialized Turbo Levo SL

LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI
La Specialized Turbo Levo SL che sia in carbonio o che sia in alluminio ha le stesse caratteristiche per quanto riguarda motore e batteria.
Motore Specialized SL 1.1 da 240 Watt e 35 Nm di coppia.
Batteria da 320Wh con la possibilità di alloggiare nel portaborraccia la batteria aggiuntiva, opzionale sui modelli Comp ed Expert, da 160Wh.

Specialized Turbo Levo SL

A porla su un altro livello rispetto alle precedenti e-Mtb “leggere” è la totale integrazione di tutto il sistema e l’evoluta App, Specialized Mission Control, che permette una personalizzazione molto ampia di erogazione, potenza e tante altre funzioni legate al rider e alla bici.
L’applicazione Mission Control è un valore aggiunto della piattaforma Specialized Turbo (e quindi non solo le e-Mtb) che è doveroso mettere in evidenza.

C’è anche da segnalare che il telaio della versione Specialized Turbo Levo SL Comp Carbon è lo stesso utilizzato per la versione S-Works, cioè in fibra di carbonio Fact 11m, estendendo verso il basso della gamma le qualità del modello di punta e valorizzando ancora di più possibili upgrade sul modello Comp.

Specialized Turbo Levo SL

La SL è stata pensata per enfatizzare le sensazioni di guida e per essere facilmente accettata dai puristi della Mtb.
In discesa nonostante i “soli” 150mm di escursione è in grado di comportarsi come una bici da enduro.
E’ stabile grazie all’ottima distribuzione del peso, pur mantenendo un’agilità simile ad una Mtb tradizionale a lunga escursione.
In salita, l’assistenza può garantire diversi utilizzi.
Per lunghi giri bisogna chiaramente chiedere poco supporto al motore. Si possono affrontare gli stessi trail che si affronterebbero con la Mtb rendendo la pedalata più agevole e facendo medie orarie vicine o superiori ad una Mtb da Xc.

Se invece decidiamo di affrontare salite tipiche da e-bike, con forte pendenza, allora bisogna chiedere il massimo della potenza, rischiando però di consumare molto e finire la batteria in breve tempo.
L’ideale è percorrere i sentieri che faremmo con una Mtb tradizionale con la possibilità di fare delle varianti più “dure”.
La velocità media in salita aumenta e in discesa siamo in sella ad una bici capace di regalare sensazioni più simili ad una Mtb.

IL CONFRONTO
Ecco perché, per il confronto, abbiamo pensato ad un loop studiato appositamente per le Turbo Levo SL.
Per rendere quanto più veritiere le sensazioni abbiamo deciso di affrontarlo due volte, il secondo giro invertendo le bici.
Asfalto, single track sterrato, zone trialistiche, discesa tecnica su roccia e veloce su terra.
Si confermano le doti espresse dal direttore, Simone Lanciotti, in questo test, stabile ma agile e con riferimenti nella guida molto simili ad una normale Mtb.

Specialized Turbo Levo SL

Ma cosa cambia tra alluminio e carbonio?
La prima differenza (confermata dalla bilancia a fine confronto) è quella del peso.
Si percepisce immediatamente che la versione in alluminio, cioè la Specialized Turbo Levo SL Comp, è più pesante.
La sensazione è di una bici leggermente più difficile da spostare nelle manovre trialistiche e che richiede un po’ più di sforzo alle gambe sui tratti ripidi.
Ne guadagna però la capacità di passare sopra gli ostacoli.
Mi spiego meglio: affrontando in velocità un impedimento, urtandoci contro, la Turbo Levo SL in alluminio mantiene più abbrivio, perde meno velocità e risulta più stabile.
La versione in carbonio invece risulta più pronta e segue più facilmente i movimenti che facciamo, ma se urtiamo un ostacolo ci restituisce tutto in maniera più diretta.

In discesa si confermano le sensazioni.
I freni della della SL in carbonio sono più efficaci, ed è avvertibile già alla prima frenata, ma la versione in alluminio risulta per certi versi più stabile e c’è subito un gran feeling.
Trasmette, attraverso il manubrio, qualche vibrazione in più sulle mani e quando perde aderenza è un po’ più nervosa.
La variante in carbonio invece è più precisa, più agile nel cambiare direzione, ma, al tempo stesso, più “smooth”, più intuitiva nella guida, soprattutto quando si esagera…

IN CONCLUSIONE
Mettendo da parte le sensazioni generali sulla Specialized Turbo Levo SL, perché scegliere una o l’altra?
Ci sono differenze che ne giustificano il prezzo?
Prima di tirare le somme abbiamo verificato il peso delle due contendenti.
Senza pedali la SL Comp Carbon (taglia M) pesa 17,65 kg, mentre la SL Comp in lega 18,75kg.
Il prezzo di listino, 5999€ (alluminio) contro 7199€ (Carbon), è una differenza che si riscontra anche nella guida.

Specialized Turbo Levo SL

La Specialized Turbo Levo SL Comp Alu è un’ottima e-bike soprattutto se si vuole risparmiare qualcosa e fare, eventualmente poi, piccoli upgrade (qui un articolo a riguardo) che permettono di sfruttarla al massimo.
La Turbo Levo SL Comp Carbon è innegabilmente un passo in avanti se cercate una guida più simile ad una Mtb tradizionale (anche per via della leggerezza).
Il telaio in carbonio offre più margine nella guida e trasmette sensazioni più raffinate ed è anche la miglior base di partenza per upgrade più invasivi.

Le differenze quindi ci sono, ma non sono tali da evidenziare un netto predominio di una sull’altra.
Sono entrambe ottime bici con le quali ci si può ampiamente divertire.
Dipende da noi inquadrare che tipo di utilizzo ne andremo a fare, quali esigenze abbiamo e, ahimè, da quanti soldi possiamo spendere.

Poi, non bisogna dimenticare la pura e semplice libertà di scegliere il mezzo che più ci piace…

Per ulteriori informazioni specialized.com

Qui tutte le novità della gamma Specialized Turbo Levo SL 2021 rispetto a quelle 2020:

Gamma Specialized Turbo Levo SL 2021: forcelle da 36 e altre novità…

Stefano Chiri

Ciao, mi chiamo Stefano Chiri e quello che più mi piace è stare in sella ad una due ruote, ancora di più se è una bici. Mi piace la guida, arrivare al mio limite e trovarlo in tutto quello che ho modo di provare. La bicicletta è diventata la mia vita, l'ho vista e continuo a vederla da ogni punto di vista, da meccanico, tester, maestro e "atleta", cercando di trovare sempre nuovi spunti per andare avanti, migliorarmi e per coinvolgervi nell'universo della Mtb e della bici a 360°. Stefano Chiri